10 motivi per prenotare una vacanza a Siracusa

Per liberare la mente, riavvicinarsi alla natura, “ripassare” la storia della Magna Grecia (ma non solo) non c’è luogo migliore di Siracusa, piccola oasi di cultura classica e mondanità, sulla costa orientale della Sicilia. Nottambula, festaiola, buongustaia, quasi eternamente estiva nel suo cuore storico, (l’isola di Ortigia, che con la sua miriade di locali è anche il fulcro della nightlife cittadina), questa antichissima città mediterranea è un ponte fra passato e presente, fra culto dell’antica Grecia e attrazione per le nuove tendenze internazionali. Un suggestivo gioiello affacciato sul mare dove andare a ritemprarsi, svagarsi, “arricchirsi” riscoprendo le radici della civiltà. Non la conoscete? Ecco dieci buone ragioni per prenotare una vacanza adesso!

1. Compie 2750 anni (e li festeggia alla grande!)
Fu fondata 2750 anni fa, eppure Siracusa ha tutto l’appeal e la vivacità di una giovane e spumeggiante socialite! Per celebrare questa speciale ricorrenza, la città si arricchiste di eventi culturali che, mai come quest’anno, animeranno non soltanto le sere d’estate, ma tutto il 2017. Appuntamenti con il teatro classico e d’autore, con la musica internazionale, il cinema, l’arte, i libri e gli sport acquatici. Per scoprire, selezionare e vivere i tuoi preferiti, esplora il sito www.eventisiracusa2750.it.

2. È la patria italiana della tragedia classica
Fra Maggio e Giugno, Siracusa ospita un rinomato Ciclo di Rappresentazioni Classiche, promosse dall’Istituto Nazionale del Dramma Antico, che nel corso degli anni hanno visto esibirsi, nella magnifica cornice del Teatro Greco, alcuni fra i più grandi attori della scena italiana e internazionale. L’attuale 53esima edizione (la più lunga di sempre) proseguirà quest’anno fino al 9 luglio con la messa in scena di Sette contro Tebe di Eschilo, Fenicie di Euripide e Le Rane di Aristofane.
PS. Appassionati e modaioli faranno bene a tenere sott’occhio tutta la movida cittadina, inclusi gli eventi del Fuori Teatro!

3. Si può “vivere” dal tramonto all’alba
Per te la serata inizia dopo mezzanotte? Siracusa non ti deluderà. Uno dei passatempi preferiti dalla gente del posto è fare clubbing, passando da un pub a un winebar, da un coffee shop a un disco-lounge. Tutto ruota attorno all’isola di Ortigia e zone limitrofe, fra viuzze che scendono fino al mare, interamente decorate da locali con tavolini all’aperto, e piazzette più appartate che talvolta diventano location suggestive per concerti ed esibizioni di musica live. Ma la vera “chicca” delle notti siracusane sono i party al chiaro di luna organizzati dai locali sul Lungomare Alfeo e sul Lungomare di Levante: tra spiaggette e scogli piatti, si sorseggia un drink e si balla per tutta la notte!

4. Sole e mare anche in città
Siracusa è nota per i suoi Solarium, luoghi d’accesso al mare ideali per chi ha voglia di fare un tuffo veloce oppure non ha intenzione/occasione di spostarsi sistematicamente nei luoghi di balneazione e villeggiatura esterni alla città. Oltre alle numerose strutture private (che funzionano come dei veri e propri “lidi” cittadini) vi sono anche quattro punti di accesso pubblico al mare: al Forte Vigliena, allo Sbarcadero Santa Lucia, nei pressi di via Sicilia e nei pressi di via Cassia. Piattaforme in legno posizionate sugli scogli del litorale siracusano permettono di prendere il  sole agevolmente e di entrare in acqua con facilità, grazie alla presenza di apposite scale.

5. Ospita tesori d’Egitto in una mostra-evento esclusiva
Fino al 7 novembre 2017, Siracusa ospiterà 139 preziosissimi reperti faraonici (inclusi una mummia e sei sarcofagi) risalenti alla XXI Dinastia e appartenenti al corpo Sacerdotale di Amon. La mostra La Porta dei Sacerdoti espone il cuore della collezione egizia del Musées Royaux d’Art et d’Histoire di Bruxelles e si caratterizza per il fatto di rappresentare una vera e propria mostra-evento, in costante evoluzione. Ogni giorno, attraverso il vetro trasparente di una teca lunga 18 metri – realizzata appositamente per l’occasione – è possibile osservare le esperte restauratrici dell’Istituto Europeo di Restauro mentre eseguono “in tempo reale” il recupero artistico dei sarcofagi!

6. Regala emozioni agli appassionati di diving e snorkeling
La costa siracusana possiede un immenso patrimonio storico e naturalistico. Il promontorio del Plemmirio, in particolare, è oggi un’Area Marina Protetta nota per la sua particolare ricchezza floro-faunistica. Questo tratto di costa ha rappresentato anche il crocevia di storie e culture millenarie, con testimonianze umane dalla preistoria fino ai giorni nostri. A punta della Mola, per esempio, è osservabile una necropoli dell’età del bronzo con tracce del villaggio annesso, oltre agli estesi complessi di tunnel sotterranei usati come contraerea nella seconda guerra mondiale. Lungo la costa esistono anche sei latomie (cave estrattive di età greca) a testimonianza ulteriore che in quest’area sorgeva l’antico quartiere sub-urbano del Plemmyrion, oggi scomparso. Per approfondire: http://plemmirio.eu/

7. Propone la “cannoloterapia” come rituale di benessere
Per contrastare il malumore, la solitudine, l’omologazione. Per dare nuova linfa alle relazioni umane e, soprattutto, recuperare un rapporto sano e sensoriale con il cibo. La “cannoloterapia” si oppone alla vita frenetica e alla nutrizione vissuta con superficialità. Obiettivo: gustare un dolce iconico della Sicilia con la giusta attenzione e attraverso l’impiego di tutti i sensi. A promuoverla è Francesco Neri, insieme ai  fratelli Salvatore e Massimo (specializzati nella produzione di dolci tipici siciliani e già premiati, nel 2012 a Rimini, con il Sapore Innovation Award), il quale sottolinea l’importanza di vivere l’appuntamento con uno dei capisaldi della tradizione gastronomica locale (rigorosamente preparato all’istante e decorato “su misura”) come un rituale di benessere, che includa il piacere del sapore, dell’informazione (su lavorazione e ingredienti scelti) e del rapporto umano tra chi lo crea e chi lo gusta. Se non avete avuto occasione di seguire uno dei tanti workshop a riguardo, potrete approfittare della vacanza siracusana per testare personalmente la piacevole “terapia” nel laboratorio Alfio Neri di via Pausania n.3.

8. Di notte, si recita… sottoterra
C’è anche un altro modo, più mistico e misterioso, per scoprire l’anima di Siracusa: inoltrarsi nei sotterranei delle catacombe paleocristiane di San Giovanni, le più importanti d’Italia dopo quelle romane, per vivere un’esperienza artistica ad alto tasso di suggestione. I percorsi affascinanti, messi in luce dagli scavi archeologici, si prestano mirabilmente alla rappresentazione artistica delle vicende del primo Cristianesimo. Il ciclo di visite notturne teatralizzate, dal titolo Strepitus Silenti, permettono di scoprirne la storia godendo del silenzio profondo di questo luogo sacro che, a distanza di secoli, “urla” con il suo linguaggio altamente evocativo (fatevi un’idea con questo  video). Una via privilegiata alla comprensione dell’affascinante storia spirituale, artistica e culturale che caratterizza questa mirabile città.

9. Dà voce concreta ai diritti civili dei gay
Da anni la città di Siracusa è anche concreto punto di riferimento culturale per chi, nel Sud Italia, lotta con l’obiettivo di abbattere i pregiudizi e sensibilizzare l’opinione pubblica sui diritti civili dei gay. Il Siracusa Pride è un appuntamento volto a ribadire la libertà di essere se stessi e affermarsi senza pregiudizi di sorta. L’edizione 2017, in programma dal 13 al 15 luglio, ha come titolo-manifesto La Trans-Formazione e prevede anche un Pride Village, allestito negli spazi dell’Antico Mercato di Ortigia, dove avranno luogo tavole rotonde, approfondimenti, eventi culturali e ludici. Il tutto, avvalorato da un corteo “rainbow-like”, che il 15 attraverserà le principali vie cittadine guidato da una madrina d’eccezione : l’ex deputata parlamentare Vladimir Luxuria.

10. È una città che ama (e rispetta) i turisti
Nel 2016 Siracusa è stata incoronata “città più ospitale d’Italia”. La menzione speciale è frutto delle recensioni sulle località italiane che utenti di tutta Europa hanno lasciato sul portale Wimdu.it, specializzato nella ricerca di case vacanze private in tutto il mondo. Vogliamo scommettere che questo 2017 non sarà da meno?

fonte: www.glamour.it

Quindi cosa state aspettando? Prenotate la vostra vacanza a Siracusa nel nostro Bed and Breakfast L’Isola di Ortigia. Ci troviamo in Via Maestranza al civico 40, a soli 50 mt. da Piazza Archimede, dove sorge la fontana dedicata a Diana, a 100 mt. da Piazza Duomo, dove sorge il mitico Tempio di Minerva, il Duomo, e a pochi passi dalla leggendaria Fonte Aretusa, ubicata ai piedi del fantastico scenario del Porto Grande di Siracusa, da dove è possibile ammirare uno dei più belli e suggestivi tramonti che la Sicilia possa offrire.

 

L'Isola di Ortigia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi